WEB

Coach

Blog

Velocità e posizionamento

Quanto incide la velocità di caricamento sul posizionamento nei motori di ricerca?

Scritto da: Paolo Cirasa

Il: 21/05/2020

Visite:

La velocità di caricamento

Paolo CirasaLa velocità di caricamento di una pagina web è un aspetto che viene spesso sottovaluto (se non addirittura ignorato) comunemente dai webdesigner.grave errore perché questo fattore può essere determinante per il successo di un sito web. Scopriamo insieme perché.

Un sito lento spazientisce l'utente

Al di là dei parametri SEO (di cui parleremo più avanti), un aspetto da non sottovalutare è il fatto che quando un utente accede ad una pagina, se non riesce a finalizzare il caricamento entro più o meno 5 secondi, è molto probabile che torni indietro e cerchi altre pagine affini. Del resto, andreste in un ristorante dove si mangia benissimo ma bisogna aspettare 2 ore per una pizza? Penso proprio di no!

Un sito lento è penalizzato

Nell'intento di offrire un servizio ottimale, i motori di ricerca, Google in primis, considerano il parametro 'velocità di caricamento', un aspetto importante e tendono a penalizzare i siti con dimensioni eccessive e tempi di caricamento fuori dall'ordinario. E' necessario dunque seguire degli accorgimenti per evitare che il nostro sito web possa essere declassato in favore di siti più performanti.

Le dimensioni della pagina

Un primo aspetto da ponderare è sicuramente la dimensione della pagina caricata dal browser. Anche da questo fattore, dipenderà, come è ovvio che sia, il ritardo nel caricamento. Gli elementi che più incidono in questo senso sono, senza dubbio, le immagini. Utilizzare immagini troppo grandi e non compresse, può seriamente compromettere questo valore e quindi un buon posizionamento nella serp. La compressione, in genere, andrebbe applicata a tutti i file che partecipano al rendering della pagina web, quindi file HTML, CSS e Javascript.

Troppe animazioni non aiutano

Anche l'utilizzo smisurato di animazioni degne di un sito in 'Flash', sovraccaricano il rendering del browser, impediscono la fluidità della pagina e possono causare blocchi improvvisi. Come in ogni caso, bisogna avere sempre il senso della misura. Gli utenti che visitano un sito web, hanno fondamentalmente bisogno di informazioni, nel più breve tempo possibile. Inutile dunque creare animazioni all'ultimo grido (anche abbastanza demodè):molto meglio puntare sull'essenzialità, pur sempre con stile.

File e librerie inutili

Capita spesso, soprattutto con i CMS, di dover caricare librerie di stile e funzionali che in realtà sono totalmente inutilizzate. E' uno spreco di risorse che può incidere di qualche secondo sul caricamento della pagina. Si può facilmente intuire come anche solo un secondo in più, può davvero fare la differenza nei motori di ricerca. L'immagine che io suggerisco ai miei studenti è quella di una scalata in montagna:in una situazione come questa, dove ogni etto in più può tradursi in una fatica immensa, è sacrosanto portarsi dietro il minimo essenziale. Lo stesso identico discorso vale anche per una pagina web!

Solo la progettazione di un sito web, attraverso i linguaggi base, può permettere ad un webdesigner di ridurre i contenuti, gli stili e le funzionalità all'osso, riducendo drasticamente i tempi di caricamento e facendo in modo che la nostra pagina sia leggera ed essenziale e che il suo caricamento sia quasi immediato. Non avete notato, in fondo, che le pagine di questo sito non hanno mai ritardi di caricamento?

Paolo Cirasa

Username

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di piùclicca qui. Proseguendo nella navigazione su questo sito acconsenti all’uso dei cookieOk