WEB

Coach

Blog

I grandi limiti dei CMS

Vale davvero la pena utilizzare un cms (wordpress, joomla ecc.) per realizzare un sito web?

Scritto da: Paolo Cirasa

Il: 15/05/2020

Visite:

Cos'è un cms?

Paolo CirasaCms è l'acronimo di 'Content Management System', ovvero sistema di gestione dei contenuti. Il Cms più diffuso è indubbiamente Wordpress, forse, ad oggi, il sistema più utilizzato per costruire un sito web. Si tratta di applicazioni web, che permettono, attraverso una dashboard, di modificare i contenuti di un template, costruito appositamente per ogni Cms. Ma cosa ha reso questi sistemi così diffusi ed inevitabilmente così popolari, anche tra web designer professionisti?

Le caratteristiche di un cms

Indubbiamente la possibilità di gestire dei contenuti senza particolari conoscenze informatiche e soprattutto programmatiche:l'utente non è tenuto a utilizzare alcun codice e la gestione dei contenuti e delle funzionalità è affidata ad un'applicazione per certi versi più intuitiva (se così possiamo dire) di un linguaggio web. Molti widgets si possono installare (spesso a pagamento) e permettono di inserire nel sito web delle funzionalità particolari, senza, appunto, dover scrivere una riga di codice.

I limiti del cms

Non è tutto oro ciò che luccica! Anzitutto questi sistemi non sono così particolarmente intuitivi come sembra ed il fatto che non sia necessario utilizzare dei codici di programmazione non li rende automaticamente semplici e alla portata di tutti. Sono applicazioni che vanno studiate e con cui bisogna aver una certa pratica prima di riuscire a realizzare un sito web. Non a caso, molti professionisti web designer progettano siti web con questo sistema:se fosse così semplice, nessun cliente pagherebbe per un sito web che potrebbe, con qualche click, farsi da solo!

Quanto costa un cms?

I CMS, intesi come applicazioni in sé, sono tutti gratuiti. Lo stesso non si può dire né per i template né per widgets e componenti da installare. Anche un banalissimo 'carousel' o un 'accordion' vanno pagati. Un template molto curato può arrivare a costare anche più di €50.00. Un sito web realizzato attraverso i linguaggi base, come è facile intuire, invece non ha alcun costo.

Un sito in cms è sempre più lento

Da non sottovalutare nemmeno l'aspetto della velocità di caricamento. I contenuti delle pagine realizzate attraverso questo sistema, sono sempre caricati dal server:la pagina viene praticamente 'composta', ogni qual volta ricarichiamo la pagina stessa. Il browser non dovrà limitarsi a renderizzare una pagina html, ma a dover richiedere i contenuti ad un server e questo non può che tradursi in un notevole ritardo nella fase di caricamento.

Carenza di personalizzazione

Riuscire a personalizzare un template di un CMS è davvero un'impresa titanica. Un template non potrà mai soddisfare le esigenze di qualsiasi sito e, laddove si riveli necessario, aggiungere una determinata sezione o un componente particolare, con questo sistema, si rischia spesso di gettare la spugna! Ironia della sorte:cambiare colori, font, margini, bordi e quant'altro, presuppone una buona conoscenza di CSS! Un bravo web designer che usa Wordpress, ad esempio, non potrà far a meno di utilizzare il CSS, se vuole personalizzare lo stile del template scelto. Gli basterebbe in fondo conoscere l'HTML (molto più semplice del CSS) e si sarebbe liberato per sempre di questa agonia.

Le applicazioni

Rimane certo il problema delle applicazioni da inserire nel nostro sito web. Qui la conoscenza di HTML e CSS non basterebbe e bisognerebbe ricorrere a Javascript e Php. Ok, qui cominciamo a fare sul serio e a parlare di veri e proprio linguaggi di programmazione. Meglio fare dietro front e tornare ai widgets di Worpress e affini? La mia risposta è comunque no! Ho tutt'ora amici e 'colleghi' che mi chiamano disperati, per sapere come utilizzare un determinato widget in Wordpress e adattarlo ad una determinata funzione. La mia risposta è sempre la stessa:"Studia i linguaggi base e sii padrone del tuo sito web, dall'inizio alla fine!".

Chi scrive, ha cominciato ad approcciarsi al webdesign proprio attraverso CMS come Wordpress e Joomla. Se mi sono dedicato allo studio dei linguaggi base, abbandonando per sempre quei sistemi, è stato semplicemente perché, quando costruisco un sito web, voglio avere il controllo di ogni cosa, caricare sol i file effettivamente necessari, gestire intelligentemente lo stile e creare applicazioni che fanno esattamente quello che è necessario a quel sito web, senza fronzoli e senza zavorre inutili.

Paolo Cirasa

Username

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di piùclicca qui. Proseguendo nella navigazione su questo sito acconsenti all’uso dei cookieOk